*

Sostenere il pianeta, boschi per la vita

Ricerca e innovazione per la tutela e la valorizzazione delle risorse forestali

Firenze, 15-18 Settembre 2015

Programma dei Lavori Congressuali

(Aggiornamento definitivo: 01 Sep 2015)

N.B.: eventuali variazioni al programma o ai contenuti dei singoli contributi sono indicate con "Updated" in rosso e riassunte nel PDF “Last-Minute Changes”, disponibile qui di seguito.

SuccessivoMartedi 15 Settembre 2015

09:00-11:15
Registrazione
09:30-11:15
Navigazione Tavola rotonda
Verso una nuova generazione di programmi di monitoraggio terrestre degli ecosistemi forestali
Aula 15-005 - Moderatore: Marco Ferretti

Così come lo intendiamo oggi, il monitoraggio delle foreste in Europa nasce circa 30 anni fa sotto la pressione esercitata dal temuto declino delle foreste ad opera dell’inquinamento atmosferico. Dapprima come iniziativa nazionale o locale (in Italia si ricorderanno le indagini INDEFO e quelle condotte nelle provincie di Trento e Bolzano), il monitoraggio delle foreste si sviluppa nell’ambito della Convenzione sull’Inquinamento Transfrontaliero a Lunga distanza (CLRTAP) seguite da una serie di Regolamenti della Commissione Europea che, tra il 1986 e il 2007, assicurano anche un sostegno finanziario, grazie al quale in Italia e in Europa è stato possibile installare e mantenere le reti di monitoraggio, raccogliendo dati di lungo termine sui nostri boschi. Oggi, questo supporto è sempre meno o non più disponibile e - talvolta - sembra che l’interesse istituzionale verso il monitoraggio delle foreste sia debole o assente. È evidente che interrompere una serie storica di dati comparabili tra loro e con gli altri Paesi europei, significherebbe aver impiegato molte risorse inutilmente. Ma come fare per riportare il monitoraggio delle foreste nell’agenda di amministrazioni e istituzioni? Dove e perché è venuto meno il sostegno? Quali sono i punti su cui è necessario agire? La tavola rotonda affronterà queste problematiche, presentando anche le attività previste dal progetto LIFE SMART4Action, che ha l’obiettivo di valutare e ridisegnare le reti del monitoraggio forestale in Italia, ottimizzando la ricerca in base alle esigenze delle categorie di settore, dai ricercatori, agli amministratori, al pubblico, ampliando il sistema di diffusione dei dati ottenuti e riducendo i costi di gestione, pur conservando la validità tecnico-scientifica del sistema

 
09:30-11:15
Navigazione Tavola rotonda
Una foresta di opportunità: il settore forestale per i professionisti del futuro
Aula 15-004 - Moderatore: Federico Minniti

La Confederazione delle Associazioni Universitarie degli Studenti Forestali d’Italia, propone un incontro dedicato alle opportunità che la risorsa forestale in Italia potrebbe offrire ad un gran numero di giovani, futuri lavoratori e professionisti. Viste le necessità sia Ecologiche, sia Economiche e Sociali è sempre più urgente una gestione ottimale del patrimonio forestale: grande, complessa e delicata risorsa. Gestione che non può prescindere da un approccio largamente multidisciplinare e multi-professionale oltre che da una presa di coscienza collettiva dei benefici che questa apporterebbe

 
11:15-12:15
Apertura del 10° Congresso Nazionale SISEF
12:15-12:45
12:45-14:00
Pranzo
14:00-14:45
Navigazione Keynote Lecture
Sala Congressi - Moderatore: Enrico Marchi
 
14:45-16:15
Navigazione Sessione plenaria
Sala Congressi - Moderatore: Marco Borghetti

(I contributi presenti in questa sessione congressuale verranno presentati in lingua inglese)

 
16:15-16:30
Pausa caffè
16:30-17:30
Navigazione Sessione plenaria
Sala Congressi - Moderatore: Giuseppe Scarascia Mugnozza

(I contributi presenti in questa sessione congressuale verranno presentati in lingua inglese)

 
17:30-18:30
Concerto inaugurale

SuccessivoPrecedenteMercoledi 16 Settembre 2015

09:00-11:00
Navigazione Sessione Parallela 01
Pianificazione forestale e valorizzazione dei benefici ecosistemici
Sala Congressi - Moderatore: Davide Travaglini

La pianificazione e la gestione forestale svolgono un ruolo determinate ai fini della valorizzazione dei benefici ecosistemici necessari per garantire il benessere delle generazioni attuali e future. In relazione ai cambiamenti ambientali, sociali ed economici che si sono verificati nel nostro Paese negli ultimi decenni, questa sessione ha l’obiettivo di fare il punto sulla programmazione forestale in Italia, sulle opzioni gestionali orientate a valorizzare le molteplici funzioni che le foreste svolgono e sui più recenti strumenti di supporto alla pianificazione delle risorse forestali. In questo ambito saranno presentate e discusse le misure forestali previste dai nuovi programmi di sviluppo rurale, gli aspetti connessi alla gestione dei boschi cedui, le relazioni tra i caratteri strutturali dei boschi vetusti e la biodiversità, l’analisi delle relazioni tra la pianificazione forestale territoriale a diversi livelli e la gestione sistemica, lo studio di sistemi di gestione alternativi per le pinete litoranee, la messa a punto di sistemi innovativi per l’analisi dei servizi ecosistemici a supporto della pianificazione forestale, le modalità di gestione e le potenzialità produttive dei boschi di cipresso

 
09:00-11:00
Navigazione Sessione Parallela 02
Foreste e cambiamenti climatici
Aula 15-005 - Moderatore: Gherardo Chirici (in sostituzione di Paolo De Angelis)

Negli ultimi decenni, lo studio dei cambiamenti climatici ha interessato un sempre crescente numero di ambiti scientifici e di ricercatori in tutto il mondo, con riflessi rilevanti nella politica internazionale. I cambiamenti climatici (aridità, intensificazione degli eventi atmosferici, temperatura) agiscono sui sistemi forestali introducendo o amplificando i fattori forzanti dei processi ecologici, biologici, economici e interagendo con importanti fenomeni quali: la desertificazione, la migrazione altitudinale e latitudinale, la competizione interspecifica e la biodiversità, gli incendi e la sommersione, lo sviluppo di patogeni e di organismi nocivi. Le foreste svolgono un ruolo centrale nel sistema climatico globale, regolando lo scambio fra il carbonio immagazzinato nella biomassa e nel suolo con gli altri elementi del sistema (atmosfera, idrosfera, biosfera) e se opportunamente gestite, possono contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici. I lavori che saranno presentati in questa sessione toccheranno diversi degli aspetti di maggiore attualità sul tema foreste e cambiamenti climatici

 
09:00-11:00
Navigazione Sessione Parallela 03
Foreste e fattori di disturbo naturali e antropici
Aula 15-004 - Moderatore: Andrea Cutini

Le molteplici funzioni che le foreste svolgono impongono una continua attenzione del mondo della ricerca al tema della tutela degli habitat forestali. Un ruolo chiave è svolto dalle ricerche sui fattori di disturbo naturali e antropici che minacciano le foreste e la loro capacità insostituibile di produrre benefici per l’umanità e per il pianeta. I fattori di disturbo, indipendentemente dalla loro origine e tipologia - ad esempio gli incendi boschivi che da sempre minacciano le foreste, disturbi più recenti come il “Global change”, patogeni noti da tempo (Heterobasidion annosum) e altri che solo di recente hanno colpito le nostre foreste (cinipide del castagno), gli impatti dei macchinari nelle utilizzazioni boschive e quelli della fauna sui sistemi forestali - richiedono tutti, per un’adeguata azione di prevenzione e contrasto, un continuo impegno della ricerca e la diffusione su ampia scala delle innovazioni da essa prodotte

 
11:00-11:15
Pausa caffè
11:15-11:30
Vai alla sezione poster Sessione poster 01
Biodiversità, disturbi e adattamento
Spazio Espositivo
11:30-13:00
13:00-14:00
Pranzo
14:00-16:15
Navigazione Sessione Parallela 04
Ricerche di lungo termine e modellistica forestale
Sala Congressi - Moderatore: Elena Paoletti (in sostituzione di Roberto Tognetti)

Le ricerche di lungo termine sono cruciali per indirizzare le sfide della gestione, monitoraggio e conservazione delle risorse forestali. In questa sessione sono discusse esperienze sull’analisi strutturale delle foreste, sulle risposte degli ambienti ecotonali, sulle dinamiche ecologiche e di crescita degli alberi, e sugli effetti dell’inquinamento atmosferico. In vari casi studio sono esplorate metodologie per la valutazione diretta degli impatti delle attività antropiche sugli ecosistemi forestali, e modelli previsionali. Sebbene l’importanza degli studi di lungo termine sia riconosciuta dai ricercatori, soprattutto quelli di cultura forestale, progetti di lungo periodo su vasta scala sono rari e di difficile interazione. In questo senso, il confronto e la standardizzazione dei protocolli di rilievo e dei modelli analitici sono necessari per passare dal confronto ecologico fra singole aree di studio, alla generazione di nuove idee sulla dinamica e sulla struttura degli ecosistemi forestali, all’espansione degli esperimenti applicativi all’interfaccia fra ricerca e gestione, all’implementazione dei risultati sperimentali in modelli di gestione forestale innovativi

 
14:00-16:15
Navigazione Sessione Parallela 05
Nuove tecnologie e sviluppo del monitoraggio forestale
Aula 15-005 - Moderatore: Gherardo Chirici

Le foreste sono sistemi complessi in continua trasformazione. Il monitoraggio delle risorse forestali è indispensabile per impostare una corretta pianificazione del territorio alle differenti scale di analisi. Obiettivo di questa sessione è fare il punto sui più recenti sistemi di rilevamento forestale e sulle potenzialità di impiego delle nuove tecnologie per monitorare la distribuzione, la struttura e i processi di funzionamento degli ecosistemi forestali

 
14:00-16:15
Navigazione Sessione Parallela 06
Sostenibilità delle produzioni forestali e qualità dei prodotti
Aula 15-004 - Moderatore: Marco Fioravanti

La sessione affronta alcune tematiche che sono tipiche della filiera foresta-legno: quali le tecniche di coltivazione applicate all’arboricoltura da legno, le utilizzazioni forestali - con interventi specifici su LCA applicata alle utilizzazioni, sullo sviluppo di nuovi sistemi di harwarder, e sulle problematiche del reperimento di manodopera nei cantieri forestali - la filiera legno energia - con l’ottimizzazione di modelli colturali orientati alla produzione di bio-etanolo - le relazioni fra selvicoltura e qualità del legno, l’applicazione innovativa di trattamenti termici per la produzione di legno modificato, ed il ruolo dei cluster per la strutturazione della filiera legno foresta a livello territoriale

 
16:15-16:30
Pausa caffè
16:30-17:00
Vai alla sezione poster Sessione poster 02
Nuove tecnologie, modellistica e produzioni forestali
Spazio Espositivo
17:00-19:00
Assemblea dei soci
21:00-23:30
Cena sociale

SuccessivoPrecedenteGiovedi 17 Settembre 2015

09:00-11:00
Navigazione Sessione Parallela 04
Ricerche di lungo termine e modellistica forestale
Sala Congressi - Moderatore: Federico Magnani

Le ricerche di lungo termine sono cruciali per indirizzare le sfide della gestione, monitoraggio e conservazione delle risorse forestali. In questa sessione sono discusse esperienze sull’analisi strutturale delle foreste, sulle risposte degli ambienti ecotonali, sulle dinamiche ecologiche e di crescita degli alberi, e sugli effetti dell’inquinamento atmosferico. In vari casi studio sono esplorate metodologie per la valutazione diretta degli impatti delle attività antropiche sugli ecosistemi forestali, e modelli previsionali. Sebbene l’importanza degli studi di lungo termine sia riconosciuta dai ricercatori, soprattutto quelli di cultura forestale, progetti di lungo periodo su vasta scala sono rari e di difficile interazione. In questo senso, il confronto e la standardizzazione dei protocolli di rilievo e dei modelli analitici sono necessari per passare dal confronto ecologico fra singole aree di studio, alla generazione di nuove idee sulla dinamica e sulla struttura degli ecosistemi forestali, all’espansione degli esperimenti applicativi all’interfaccia fra ricerca e gestione, all’implementazione dei risultati sperimentali in modelli di gestione forestale innovativi

 
09:00-11:00
Navigazione Sessione Parallela 07
Paesaggi forestali e agroforestali, foreste urbane e periurbane
Aula 15-005 - Moderatore: Giovanni Sanesi

Le foreste interessano un terzo del territorio nazionale attraverso un’articolazione di paesaggi che caratterizzano anche gli ambienti urbanizzati. La sessione ha l’obiettivo di mettere in evidenza le sfide che la selvicoltura e l’ecologia forestale dovranno affrontare per supportare su basi scientifiche il monitoraggio, la pianificazione e la gestione di questo importante patrimonio naturale e culturale. La sessione prenderà in considerazione i processi successionali che interessano l’espansione dei boschi nelle zone alpine e montane, la mappatura e la messa in valore dei servizi ecosistemici erogati dal bosco anche in ambito urbano, il monitoraggio dell’impatto di avversità climatiche, le problematiche gestionali di alcuni paesaggi forestali di origine antropica

 
09:00-11:00
Navigazione Sessione Parallela 08
Gestione forestale multi-obiettivo: esperienze del progetto LIFE ManFor C.BD
Aula 15-004 - Moderatore: Giorgio Matteucci

E’ possibile testare in campo l’efficacia di opzioni di gestione forestale multifunzionale? È possibile fornire dati sugli indicatori Pan-europei di gestione forestale sostenibile e su ulteriori indicatori quantitativi? È possibile informare le comunità sugli obiettivi, i risultati e le prospettive a lungo termine della gestione forestale? A queste domande ha cercato di trovare risposta il progetto LIFE ManFor C.BD “Managing forests for multiple purposes: carbon, biodiversity and socio-economic wellbeing” che sta avviandosi alla conclusione, dopo un cammino di cinque anni. Il progetto sta testando e verificando in campo l’efficacia di opzioni di gestione forestale multifunzionale (produzione, protezione, biodiversità, carbonio), confrontando proposte innovative con quelle tradizionali in 9 aree sperimentali, 6 in Italia e 3 in Slovenia. Nella sessione verranno presentate le opzioni di gestione forestale applicate ed i risultati sinora ottenuti nelle varie Azioni del progetto, inclusi quelli legati alla comunicazione e disseminazione

 
11:00-11:30
Pausa caffè
11:30-12:00
Vai alla sezione poster Sessione poster 03
Selvicoltura, gestione e paesaggi
Spazio Espositivo
12:00-12:45
Navigazione Keynote Lecture
Sala Congressi - Moderatore: Francesco Ripullone
 
12:45-14:00
Pranzo
14:00-15:30
Navigazione Sessione Parallela 08
Gestione forestale multi-obiettivo: esperienze del progetto LIFE ManFor C.BD
Aula 15-004 - Moderatore: Lado Kutnar

E’ possibile testare in campo l’efficacia di opzioni di gestione forestale multifunzionale? È possibile fornire dati sugli indicatori Pan-europei di gestione forestale sostenibile e su ulteriori indicatori quantitativi? È possibile informare le comunità sugli obiettivi, i risultati e le prospettive a lungo termine della gestione forestale? A queste domande ha cercato di trovare risposta il progetto LIFE ManFor C.BD “Managing forests for multiple purposes: carbon, biodiversity and socio-economic wellbeing” che sta avviandosi alla conclusione, dopo un cammino di cinque anni. Il progetto sta testando e verificando in campo l’efficacia di opzioni di gestione forestale multifunzionale (produzione, protezione, biodiversità, carbonio), confrontando proposte innovative con quelle tradizionali in 9 aree sperimentali, 6 in Italia e 3 in Slovenia. Nella sessione verranno presentate le opzioni di gestione forestale applicate ed i risultati sinora ottenuti nelle varie Azioni del progetto, inclusi quelli legati alla comunicazione e disseminazione

 
14:00-15:30
Navigazione Sessione Parallela 09
Tradizioni e innovazioni in selvicoltura
Sala Congressi - Moderatore: Fabio Salbitano

Le foreste sono il risultato della millenaria coevoluzione fra realtà ecologica e realtà socio-economica. In virtù della complessità di tali relazioni, le foreste si muovono nello spazio e nel tempo mentre cambiano le funzioni che le comunità umane associano ad esse. Negli ultimi decenni rapidi cambiamenti ambientali, sociali ed economici hanno posto nuove sfide alla ricerca forestale e alle pratiche selvicolturali. La selvicoltura, scienza sperimentale e insieme di strumenti e tecniche di gestione del bosco, produce saperi e induce azioni che influiranno a loro volta sul futuro stesso delle foreste. Così, mentre si sperimentano nuovi approcci, al contempo si riflette sul passato delle relazione fra uomo e foresta. La sessione propone contributi in tre direzioni fra loro complementari: metodi integrati di analisi della biodiversità degli ecosistemi forestali volti ad armonizzare selvicoltura e servizi ecosistemici; analisi delle potenzialità e dei limiti dei trattamenti tradizionali in relazione alle esigenze contemporanee della selvicoltura; nuovi metodi di analisi strutturale e funzionale del bosco orientati alle applicazioni in campo selvicolturale

 
14:00-15:30
Navigazione Sessione Parallela 10
Biodiversità dei sistemi forestali
Aula 15-005 - Moderatore: Silvia Fineschi

In questa sessione sulla biodiversità sono presentati alcuni contributi che mettono in evidenza aspetti diversi della diversità degli organismi e degli habitat forestali. Due contributi prendono in esame Natura 2000 e in particolare i criteri per la designazione delle Zone Speciali di Conservazione (ZSC) e il ruolo della gestione dei cedui, argomento questo che è stato oggetto di una COST Action (Eurocoppice). La sessione prosegue con alcuni contributi sulle specie forestali: una prima relazione prende in esame la ricchezza in specie a livello del sottobosco, le successive riguardano due specie di conifere, il tasso e l’abete bianco. Taxus baccata è una specie dioica per la quale i rapporti tra individui maschili e femminili sono stati studiati per quanto riguarda i pattern di accrescimento e la distribuzione spaziale. Per Abies alba, tutte le popolazioni appenniniche sono state studiate con marcatori genetici e sono state valutate le conseguenze genetiche della frammentazione dell’habitat. Infine, la distribuzione del carattere “emissione di isoprene” in alberi e arbusti in diversi habitat e gruppi tassonomici viene discusso da un punto di vista evoluzionistico

 
15:30-17:00
Navigazione Tavola rotonda
Valutazione della ricerca, abilitazioni scientifiche, accreditamento dei corsi di studio
Sala Congressi - Moderatore: Marco Marchetti
 
17:00-18:00
Premiazioni, riconoscimenti e conclusioni

PrecedenteVenerdi 18 Settembre 2015

08:00-18:00
Vai al programma dell'escursione Gita sociale
“Parco Regionale Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli”

Vai al programma dell'escursione
 
Close

© SISEF: Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale

Close
*
Close